Chi è online

 36 visitatori online
17
May
2012
Le "vampe" dell'Ascensione PDF Stampa E-mail
L’Ascensione viene raccontata dagli evangelisti Luca, Marco e dagli Atti degli Apostoli, come l’ultima apparizione e partenza da parte di Gesù Cristo, delle sue manifestazioni visibili sulla terra.
Il catechismo della Chiesa Cattolica dà all’Ascensione questa definizione: “Dopo quaranta giorni da quando si era mostrato agli Apostoli sotto i tratti di un’umanità ordinaria, che velavano la sua gloria di Risorto, Cristo sale al cielo e siede alla destra del Padre. Egli è il Signore, che regna ormai con la sua umanità nella gloria eterna di Figlio di Dio e intercede incessantemente in nostro favore presso il Padre. Ci manda il suo Spirito e ci dà la speranza di raggiungerlo un giorno, avendoci preparato un posto”. La prima testimonianza della festa dell’Ascensione, liturgica e civile fu da parte del vescovo di Cesarea, Eusebio (265-340); tale festa, cadeva il giovedì che segue la quinta domenica dopo Pasqua. In Italia previo accordo con lo Stato Italiano, per eliminare alcuni ponti festivi, la CEI ha fissato la festa liturgica e civile, nella domenica successiva ai canonici 40 giorni dopo Pasqua. Al giorno dell’Ascensione si collegano molte feste popolari in cui sono legate antiche tradizioni.
 
A Biancavilla la sera del mercoledì che precede la domenica dell’Ascensione, in alcuni quartieri della città, vengo accatastate rami secchi per esere successivamente accesi e alla cui sommità veniva collocata una bandiera con una rosa, a simboleggiare alla sua caduta l’ascensione del Cristo in cielo. Di ritorno a casa le donne, dopo aver assistito alla "vampa" e recitato il Santo Rosario insieme ai presenti, mettevano in una bacinella colma d’acqua dei petali di fiori, comunemente delle rose profumate di maggio, che lasciavano a bagno durante la notte. L’indomani servivano per lavarsi il viso con “l’acqua benedetta” dal Cristo appena assunto in Cielo. Queste antiche tradizioni, anche se in tono minore, vengono ancora ripetute come retaggio di un passato per essere tramandate alle moderne generazioni.
 

Registrati e/o ffettua il login per inviare il tuo commento

Calendario attività

Non ci sono eventi al momento.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Cliccando su agree o scorrendo questa pagina e/o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information