Chi è online

 120 visitatori online
Notizie
O Maria concepita senza peccato pregate per noi PDF Stampa E-mail

Domenica scorsa è iniziato il nuovo anno liturgico con il periodo di Avvento in preparazione al Santo Natale di nostro Signore Gesù. Il Cristo, luce che risplende nella notte del mondo, rafforzi la nostra fiducia nel cammino dell’Avvento che abbiamo iniziato, per andare incontro a lui nella gioia del Natale. Con l'implorazione orante, esprimiamo pertanto, la nostra speranza, convalidata dalla promessa della venuta del Signore alla fine dei tempi, nella maestà della sua gloria. Dal 29 novembre al 7 dicembre la nostra comunità parrocchiale sarà impegnata a pregare la Beata Vergine Maria venerata con il titolo di Immacolata Concezione con le Sante Messe (8:30-18:30) e la supplica alla Madonna dinanzi al suo Altare a Lei dedicato nella navata di sinistra. Venerdi 8 dicembre nel giorno della sua solennità diverse saranno le iniziative sia per i soci dell’Azione Cattolica con il tesseramento e anche per i giovani dell’oratorio parrocchiale “Don Pino Puglisi” nei locali del piccolo seminario.

 
 
 
 
 
Giornata diocesana dei ministranti PDF Stampa E-mail

Oggi solennità di Cristo Re dell'Universo nei locali del piccolo seminario "Sacro Cuore", sede dell’oratorio “Don Pino Puglisi”, si è svolta la giornata diocesana dei Ministranti, organizzata dalla Pastorale Vocazionale Diocesana e dall’equipe della Pastorale dei Ministranti in sinergia con i gruppi di Biancavilla. La giornata ha visto in mattinata l’accoglienza dei gruppi provenienti dai comuni della diocesi; dopo il lancio del tema della giornata, i gruppi si sono spostati nel primo pomeriggio nel vicino monastero Santa Chiara per una testimonianza sulla vita consacrata da parte di una suora di clausura; subito dopo, i gruppi hanno parttecipato alla Santa Messa presieduta dal Prevosto-parroco don Agrippino Salerno. La giornata è proseguita all'interno dei locali del piccolo seminario con giochi e momenti di festa per tutto il pomeriggio.

 
La famiglia salesiana in festa per Don Bosco nel Giubileo della Misericordia PDF Stampa E-mail
"Giovannino Bosco, il povero contadino dei Becchi, dopo 200 anni riesce ancora a chiamare a se una grandiosa e festante moltitudine di gente, in particolare bambini e giovani; e se riesce a farlo così bene a Biancavilla, figuriamoci nel Mondo!". Sono state queste le parole conclusive della festa in onore a San Giovanni Bosco pronunciate da Suor Maria Vella FMA, direttrice dell'istituto biancavillese, e da Giuseppe Sant'Elena, collaboratore dell'istituto salesiano. 
Quella del 2016 a Biancavilla è stata una festa che rimarrà impressa, in primis per il contesto giubilare che si sta vivendo nella nostra città mariana.
La famiglia salesiana ha annunciato che compirà il proprio pellegrinaggio in santuario, ai piedi della Vergine dell'Elemosina il 24 maggio, nel giorno della festa di Maria Ausiliatrice, ma proprio nei giorni della festa del santo fondatore si è voluto dare un segno particolare: tutti i gruppi salesiani, ex-allieve, cooperatori, scolari, maestre, famiglie, giovani e suore, a turno, hanno varcato la soglia del santuario a seguito della "croce giubilare", ormai simbolo dei pellegrinaggi a Bianvavilla nell'anno santo, acquisendo l'indulgenza plenaria. A presiedere le celebrazioni eucaristiche sono stati Don Calogero Montanti SdB, vicario dell'ispettoria sicula "San Paolo" dei salesiani, e don Paolo Cicala; a loro è stata donata una riproduzione della Madonna dell'Elemosina, a significare un legame nel tempo,fisico e spirituale, con la cittadina etnea.

 

 
La Caritas festeggia l’Epifania con i bambini PDF Stampa E-mail
In occasione del Giubileo straordinario, la Caritas parrocchiale ha ripreso una vecchia consuetudine forse dimenticata, quella di invitare i figli dei propri assistiti alla Festa dei Fanciulli e dar loro in dono leccornie e giocattoli.

Il simpatico incontro che si è svolto il giorno dell’Epifania nei locali parrocchiali, è stato animato con musica, realizzazione di disegni e svariati giochi dagli instancabili ragazzi dell’Azione Cattolica guidati da Giusi Di Grigoli, ed ha visto la partecipazione di una quarantina di bambini accompagnati dai loro genitori.

Come la circostanza richiede, le signore della Caritas hanno offerto il tradizionale panettone, un “pandorino” ai bambini e ai più piccoli dei peluches  gentilmente donati dalla Scuola “Bruno”.

A conclusione del piacevole pomeriggio, una graziosa “streghetta” ha consegnato a ogni bambino intervenuto la “calza della befana” ripiena di dolcetti e caramelle.

Nonostante la fredda e umida giornata, l’atmosfera che si respirava fra le pareti del piccolo saloncino era calda ed accogliente, tanto da far dire agli organizzatori e curatori dell’ evento “Arrivederci al prossimo anno “ per un altro allegro e rumorosissimo incontro.

 
Introduzione spirituale al Giubileo della Misericordia PDF Stampa E-mail
Don Pietro Longo traccia a Biancavilla le linee guida partendo dalla “Misericordiae Vultus”
 
Martedì 8 dicembre, solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, il Santo Padre Francesco ha aperto a Roma il Giubileo straordinario della Misericordia. 
 
Carica di significato teologico e spirituale, l’apertura della Porta Santa nella Basilica papale di S. Pietro. In sintonia con quanto celebrato nel cuore della cattolicità, a Biancavilla si sono avviati gli eventi celebrativi dell’anno santo che troveranno suo fulcro nel Santuario giubilare della Madonna dell’Elemosina; designato dall’arcivescovo di Catania come luogo per lucrare l’indulgenza plenaria concessa in questo particolare anno di grazia e di misericordia.
Alle ore 19,30, il Vicario episcopale per la pastorale dell’arcidiocesi di Catania, don Pietro Longo, invitato ad introdurre il Giubileo nel Santuario mariano biancavillese, ha tracciato, in una conferenza catechetica, le linee guida che porteranno il fedele ad introdursi spiritualmente nel contesto giubilare per essere sempre più “misericordiosi come il Padre”.
Don Piero, citando la bolla di indizione di papa Francesco “Misericoriae  Vultus”,  ha  ricordato che il tema della misericordia è particolarmente caro al papa, tanto da averlo scelto come motto episcopale, “Miserando atque eligendo”, un’espressione che “mi ha sempre impressionato”, scrive Francesco. Citando, quindi, l’Enciclica “Dives in misericordia” di Giovanni Paolo II, l’oratore ha  sottolineato con le parole del papa “l’urgenza di annunciare e testimoniare la misericordia nel mondo contemporaneo”, con “un nuovo entusiasmo e con una rinnovata azione pastorale”, perché ciò “è determinante per la Chiesa e per la credibilità del suo annuncio”. “Là dove la Chiesa è presente - scrive il papa - là deve essere evidente la misericordia del Padre” e “dovunque vi sono dei cristiani, chiunque deve poter trovare un’oasi di misericordia”.  
Prima di concludere l’incontro, don Piero ha evidenziato come la Beata Vergine Maria, Madre di Misericordia, tanto venerata dal popolo biancavillese, ha un ruolo centrale in questo Giubileo. “La Madre della Divina Misericordia - scrive il papa- apra i nostri occhi, perché comprendiamo l’impegno a cui siamo chiamati; e ci ottenga la grazia di vivere questo giubileo della misericordia con una testimonianza fedele e feconda”.   
 
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 100

 

 

NOTA! Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Cliccando su agree o scorrendo questa pagina e/o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information