Chi è online

 97 visitatori online
Aggregazioni Ecclesiali
Circolo "San Placido" PDF Stampa E-mail

L' Associazione dei fedeli del Circolo San Placido è stata costituita il 12 settembre 2006 congiuntamente all’approvazione dello statuto sociale durante la prepositura del canonico Antonino Tomasello come d'ausilio all' Arciconfraternita del "SS. Sacramento". Il primo Presidente fu eletto Placido Mancari e i componenti del Consiglio Direttivo i soci: Placido Gentile, Vincenzo Petralia, Placido Privitera, Placido Lavenia, Placido Carmelo Lavenia, Valeria Longo, Antonio Spedalieri, Placido Ventura. Per acclamazione venivano nominati i soci Placido Ventura vicepresidente, Placido Privitera tesoriere e Vincenzo Petralia segretario. In seguito è stato benedetto lo stendardo a Catania il 3 febbraio del 2008, in occasione della partecipazione del Circolo alla solenne processione dell’offerta della cera di Sant’Agata vergine e martire. Tre i Presidenti che si sono susseguiti, mentre le ultime elezioni sono state quelle del 22 novembre 2013 con la nomina del nuovo Consiglio Direttivo; negli anni diverse le iniziative con lo scopo di incrementare il culto in onore di San Placido.

 
Associazione "Maria SS. dell'Elemosina" PDF Stampa E-mail

 

Nel clima di rinnovamento spirituale segnato dal Grande Giubileo del 2000, con la consapevolezza del ruolo di responsabilità dei fedeli laici nella vita e nella missione della Chiesa auspicato dal Concilio Vaticano II, nasce l’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”. Come le Confraternite, fiorite dopo il Concilio di Trento, l’Associazione mariana sboccia con gli strumenti messi a disposizione dal nuovo Codice di Diritto Canonico per rispondere con forme nuove a quell’esigenza sempre uguale di vivere in comune la fede per il sostegno reciproco e una più forte testimonianza cristiana. Si costituisce formalmente il 29 giugno 2002 nell’ambito della Comunità ecclesiale di Biancavilla per la tutela e la promozione della devozione alla Vergine SS. dell’Elemosina, patrona principale della città, attraverso celebrazioni ed eventi spirituali, caritativi e culturali. È stata ammessa tra le Aggregazioni cattoliche di diritto diocesano con decreto del 28 luglio 2004 dell’Arcivescovo Metropolita di Catania, Mons. Salvatore Gristina, che ne ha approvato lo Statuto (Cancelleria arcivescovile, Reg. n. 90, Fol. 168). È stata riconosciuta dal Pontificio Consiglio per i Laici il 27 ottobre 2004, che ne ha apprezzato le finalità associative, incoraggiando la collaborazione dei suoi membri con la gerarchia per l’edificazione del Regno di Dio. Il 7 febbraio 2005 ha ricevuto la Benedizione Apostolica dal Beato Papa Giovanni Paolo II con l’incoraggiamento a servire Dio e i fratelli sotto il luminoso esempio e il patrocinio della Beata Vergine Maria. Con decreto del 9 agosto 2007 (Prot. n. 457/07/01), ricorrendo il 60° anniversario dell’Incoronazione dell’Icona della Vergine dell’Elemosina, la Penitenzieria Apostolica, per mandato del Santo Padre Benedetto XVI, ha accordato a tutti i membri delle speciali indulgenze lucrabili fino a sette anni dall’emanazione del decreto. Nell’anno 2012, ricorrendo il 10° anniversario di fondazione, vengono programmati particolari eventi celebrativi. Attualmente (Gennaio 2012), vi fanno parte n. 132 Soci tra uomini e donne, adulti e giovani provenienti dalle diverse realtà ecclesiali di Biancavilla, oltre ad alcuni biancavillesi emigrati. Come segno di filiale appartenenza e devozione alla Madre di Dio, i fedeli associati indossano uno Scapolare in seta colore rosso-bruno, con ricamate le iniziali di S. Maria dell’Elemosina, e sul petto recano un medaglione raffigurante l’effigie della Madonna. Secondo le norme statutarie, il magistero della Chiesa e le indicazioni dell’Ordinario diocesano, i soci partecipano attivamente alla vita liturgica e pastorale della Chiesa. Rappresentanti dell’Associazione sono inseriti nel Consiglio Pastorale Vicariale (XIII Vicariato Biancavilla - S. M. di Licodia) e nel Consiglio Pastorale Parrocchiale (Parrocchia “S. Maria dell’Elemosina” - Biancavilla). Tra i soci onorari annovera S. E. l’Arcivescovo Mons. Salvatore Gristina, che ha ricevuto lo scapolare il 4 ottobre 2005.

 
Confraternita di Sant'Antonio di Padova PDF Stampa E-mail
La Confraternita di Sant'Antonio è stata fondata a Biancavilla il 13 giugno 1910 con sede nella chiesa di Sant'Antonio di Padova, la congregazione di uomini cattolici con Statuto approvato dall'allora Arcivescovo di Catania, il Cardinale Giuseppe Francica Nava. Fu sottoposta alla dipendenza dell'Arcidiocesi con Decreto Regio del 26 febbraio 1934; il loro fine è quello di rendere lode, onore e gloria a Sant'Antonio di Padova e provvedere alla pompa funebre dei soci e delle rispettive famiglie. I soci o confrati hanno per insegna il labaro, la cappa bianca con cappuccio, la mozzetta di colore marrone (associata al colore del saio dei frati minori conventuali di cui faceva parte Sant’Antonio), quattro bastoni argentei per i superiori ed abitino con l'effigie di Sant'Antonio. Tutti i confrati partecipano con le proprie insegne per l'annuale Missa in Cena Domini il Giovedì Santo, alla processione cittadina e parrocchiale del Corpus Domini, il 4 ottobre per la festa patronale di Santa Maria dell'Elemosina, il lunedi nel programma delle celebrazioni delle Sacre Quarantore, il Venerdì Santo per "Tri Misteri" con il gruppo statuario di Gesù nell’orto del Gètsemani (“’u Signuri all’ortu”) in carton-romano degli inizi del ‘900, l'ultima domenica di agosto per la festa estiva di Santa Maria dell'Elemosina per mezzo turno. Ogni anno inoltre, nel Campo Santo di Biancavilla, all'interno dell'omonima Cappella, il 2 novembre per la commemorazione dei fedeli defunti, ha luogo una Santa Messa in suffragio per tutti i morti appartenuti alla Congregazione. Le elezioni per il rinnovo delle cariche sociali si effettuano la seconda o ultima domenica di novembre; l'ultima tenutosi il ... ha nominato il nuovo Governatore che resterà in carica sino al 2018; mentre i confrati si riuniscono almeno una volta al mese.
 
Arciconfraternita del Santissimo Sacramento PDF Stampa E-mail
Nei primi decenni del XVII secolo, anche se si sconosce la data certa, un gruppo di fedeli ebbero il desiderio di istituire una Congregazione dedicata al Santissimo Sacramento avendo come sede la chiesa Madre. Scrissero uno Statuto che fu poi approvato dalla Real Monarchia di Palermo il 20 maggio 1787 con un apposito decreto che recitava:"esaminati gli annessi capitoli, vengo ad approvarli e li rimetto al Giudice di Biancavilla... Viceregio Principe Carammerico". Ottenuto il Regio decreto dell'istituzione giuridica, il dott. Filippo Privitera, dopo il 2 giugno 1787 trascrisse la Confraternita: "Praesentatum est et escecutum, registratum et parti restitutum fuit et est penes Curia civili huius et universitatis Albevillae de ordine et mandato quo supra". Quindi il notatio Don Tommaso Nicolosi presentava una copia dello Statuto ai superiori e alle gerarchie ecclesiastiche ottenendo speciali indulgenze dal Sommo Pontefice Pio VI. L'Arciconfraternita del Santissimo Sacramento, la più antica di Biancavilla, ha come fine "il servire Dio da buoni e ferventi cristiani e ancora provvedere le pompe funebri e funerali dei soci". (cfr. art. 1)
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2

Calendario attività

Non ci sono eventi al momento.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Cliccando su agree o scorrendo questa pagina e/o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information