Chi è online

 62 visitatori online
Le chiese e le rettorie
Chiesa Sant'Orsola PDF Stampa E-mail
La chiesa di Sant’Orsola è ubicata in via Dante Alighieri, nei pressi del palazzo comunale, dando il nome anche alla piazza dove alle spalle sorge l’edificio sacro.
 
Il prospetto
Posta su una scalinata di cinque gradini, la chiesa di Sant’Orsola presenta nella sua facciata un cornicione in pietra bianca che raccorda in due paraste delimitanti, dove risalta un possente portale in pietra lavica. Esso è caratterizzato da fregi lavorati in rilievo con visi di angeli, nel quale poggia una larga cornice sormontata da volute, da un’edicola vuota e da un frontone, sempre in pietra lavica, dove è scolpita la data 1700 (probabile conclusione del prospetto). Nel secondo ordine comprende la piccola cella campanaria contenente il sacro bronzo e sulla sommità una croce in ferro battuto.
 
La storia
Da una relazione di una visita pastorale del 1635, fa risalire probabilmente la fondazione della chiesa di Sant’Orsola. Successivamente fu eretta la Congregazione Scuola di Cristo, per la dottrina cristiana; era il 19 giugno 1680. Il vescovo di Catania, Mons. Michelangelo Bonadies, nel 1685 concedeva ai frati francescani, che si erano da poco stabiliti a Biancavilla, di abitare in alcune case addossate alla chiesa in attesa della costruzione del nuovo convento. Il canonico Pietro Longo, nel 1797, viste le cattive condizioni della fabbrica della chiesa chiedeva aiuti economici. Un secolo dopo, nel 1888, la chiesa tornò al suo splendore diventando un punto di riferimento per il quartiere e per la comunità biancavillese.
 
Chiesa Santa Maria del Rosario PDF Stampa E-mail
La chiesa del Rosario di Biancavilla è situata in piazza Roma, come un diadema nel gioiello architettonico del centro storico della città.
 
Il prospetto
La facciata, opera dell’architetto milanese Carlo Sada, dell’inizio del XX secolo, è senza dubbio insieme alla Basilica l’opera d’arte più importante di architettura moderna in città. Affiancata da due plinti si erge la scalinata centrale, un tempo di gradini in marmo bianco, in pietra lavica, mentre l’intera facciata è realizzata in pietra calcarea a conci scolpita. L’architrave poggiante su due coppie di semicolonne laterali è un ampio spazio compreso fra le due colonne del portone d’ingresso rettangolare con soprastante arcone a tutto sesto, vetrata con un calice e ostia in pietra bianca scolpita e nell’arco la scritta C-SADA-MED-ARCHIT-FRONTIS-TEMPLI, dove risalta il bassorilievo di un cherubino e la scritta “HIC CONFR. M. SS. ROSARII” ovvero “In questo luogo ha sede la confraternita Maria SS. del Rosario”. Sopra l’architrave vi è il timpano archivoltato spezzato dal campanile, mentre poggiano ai due lati laterali rispettivamente angeli in preghiera. Dentro la cella campanaria vi è la statua della Madonna del Rosario, e al di sopra un cupolino a padiglione con tasselli in ceramica di colore verde, mentre risalta il monogramma mariano di colore blu. Al vertice la croce in ferro battuto, posta su una sfera in pietra bianca.
 
Chiesa Gesù e Maria PDF Stampa E-mail

La chiesa di Gesù e Maria è ubicata in via Maria Santissima dell’ Elemosina a pochi passi dalla Basilica; presenta una pianta rettangolare ad unica navata.

Il prospetto
Il prospetto è in stile semplice, sul lato sinistro si alza una piccola torre campanaria mentre al centro vi è un portale in pietra lavica con timpano rettilineo sormontato da una finestra che dà luce all’interno e all’apice una piccola Croce in ferro battuto. Per accedere in chiesa, sono presenti due scalinate laterali in pietra lavica e una ringhiera in ferro battuto dando la possibilità di accesso sul sagrato della stessa.


La storia
La chiesa fu costruita per volontà di don Salvatore Vitale e dei fedeli, probabilmente intorno al 1657, come si evince da un documento, dove il sopracitato sacerdote fa richiesta al vescovo di Catania Marco Antonio Gussio, il permesso di benedirla, che reca la data del 22 agosto 1658. A confermare tale anno la registrazione della sepoltura di un cadavere nella chiesa di Gesù e Maria che riporta il 1659. Col tempo si ebbero dei ritocchi alla struttura interna, come si evince in uno stucco presente n alto sull’arco maggiore del presbiterio che recita ”Rev. Antonius Reina erexit 1772”.

 
Chiesa San Gaetano PDF Stampa E-mail
La chiesa di San Gaetano è ubicata in via Mongibello, dando il nome anche al quartiere dove sorge l’edificio sacro.
 
Il prospetto
La chiesa, rispetto al piano della strada è rialzata di cinque gradini in pietra lavica, ed è chiusa da un cancello in ferro. La facciata è semplice di forma rettangolare e presenta una finestra che dà luce all’interno. Mentre due lesene chiuse da un cornicione di pietra bianca culminano con la torre campanaria e una croce in ferro battuto.
 
La storia
La chiesa fu fondata il 9 luglio 1722 da Don Antonino Floresta e sorgeva nell’antico quartiere della Carrubba, intitolata alla Madonna della Provvidenza. A darne testimonianza e conferma un documento dell’epoca che attesta che il vescovo di Catania, il card. Alvaro Cianfuegos concede al sacerdote Florresta di poter celebrare Messa il 6 luglio dello stesso anno. Altra testimonianza la visita pastorale di mons. Galletti del 1730, dove la chiesa viene menzionata; successivamente la chiesa, a partire dal 1808, cambia denominazione all’attuale San Gaetano in seguito all’introduzione e devozione del Santo. Dopo il 1746, venne restaurato l’edificio sacro in seguito ad un’iscrizione latina, ormai cancellata, posta sulla porta, a spese del can. Carmelo Rizzo.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2

Calendario attività

Non ci sono eventi al momento.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Cliccando su agree o scorrendo questa pagina e/o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information