Chi è online

 124 visitatori online
Giubileo Placidiano PDF Stampa E-mail
Giubileo Placidiano (515-2015)                                                                                       In occasione del 1500° anniversario dalla nascita di San Placido, insigne martire messinese, si svolgeranno a Biancavilla attività religiose e culturali atte a far riscoprire e onorare il grande monaco benedettino, tra i primi discepoli di San Benedetto. 

La vita e il culto a San Placido 

Placido nacque a Roma nel 515, dalla nobile ed antica famiglia degli Anici, da Tertullo e dalla messinese Faustina. Primo di quattro fratelli, fu introdotto in tenera età, insieme a Mauro, nel cenobio di Subiaco ove Benedetto da Norcia aveva iniziato la sua opera monastica. La tradizione vuole Placido, ormai formato ed ordinato Abate, fosse inviato a Messina a fondare il primo monastero benedettino di Sicilia. In riva allo Stretto, subirà il martirio il 5 ottobre del 541 insieme alla sorella Flavia, ai fratelli Eutichio e Vittorino e a circa trenta monaci, che, insieme con lui, abitavano il monastero di San Giovanni, alla foce del torrente Boccetta. Il culto a San Placido e Compagni Martiri ebbe un suo rinnovato fervore con il ritrovamento a Messina delle loro Reliquie il 4 agosto 1588, in occasione di lavori di restauro intrapresi dall'Ordine di Malta alla chiesa di San Giovanni di Malta, ove ancora oggi si conservano. La sentita devozione al martire, autorizzata da apposita Bolla di Sisto V, fu constantemente sostenuta e difesa per secoli dal Sovrano Militare Ordine di Malta, dal Senato di Messina e dall'Arciconfraternita di San Placido. Il Santo è Patrono di Biancavilla dal 23 settembre 1709. 

 guarda il video sulla vita, festa e iconografia

Cinque mesi in onore a San Placido                                                                            

Dal 21 giugno 2015, XII Domenica del tempo ordinario e si concluderà sabato 21 novembre 2015, nel giorno della memoria della Presentazione al tempio della Beata Vergine Maria. L'indulgenza plenaria viene concessa in occasione del Giubileo al fedele che compie certi comportamenti; in particolare l'indulgenza è la remissione della pena temporale per i peccati già "perdonati" da Dio attraverso la confessione. L'indulgenza si impartisce a tutti i presenti, i quali sinceramente pentiti parteciperanno, animati dalla carità, ai sacri riti, la Benedizione Papale con annessa indulgenza plenaria da lucrare alle solite condizioni (confessione sacramentale, comunione e preghiera secondo le intenzioni del Sommo Pontefice). I fedeli che riceveranno devotamente la Benedizione Papale, sebbene assenti per una ragionevole circostanma, purchè con animo devoto, abbiamo seguito , mentre si svolgono, gli stessi riti diffusi per televisione o radio, otterranno, a norma del diritto, l'indulgenza plenaria. Non si frappone alcun impedimento.  

foto: Antonio Spedalieri - sabato 4 luglio 2015

- il banner

Il messaggio del Prevosto per il Giubileo

Auguro a tutti i devoti e fedeli che questo tempo giubilare contribuisca seriamente alla nostra conversione personale e, sull'esempio di San Placido, possiamo essere "martiri" del nostro tempo. Il martirio è infatti la chiave di lettura del giubileo. Sappiamo oggi come quanti cristiani ancora danno la vita e sono uccisi a causa del Vangelo. Possa il segno e il dono dell'indulgenza plenaria concessaci a Messina e Biancavilla dal santo Padre Francesco essere uno stimolo a vivere la vita nuova in Cristo, sommo Martire attraverso la piena corrispondenza ai sacramenti celebrati e vissuti. Auguri a tutti noi!!!       

 

foto: sabato 5 ottobre 2014

 

intervento televisivo su Video Star nella trasmissione "Il Punto" di venerdi 10 luglio 2015

L'apertura dell'Anno Placidiano a Messina – domenica 22 marzo 2015

La solenne apertura dell'Anno Placidiano a Messina è avvenuta nella chiesa San Giovanni di Malta, il 22 marzo V Domenica di Quaresima nel corso di una Santa Messa presieduta da S.E. Rev.ma Mons. Benedetto Maria Chianetta, abate emerito della SS. Trinità di Cava dei Tirreni. Presenti numerosi fedeli, anche una delegazione di fedeli provenienti da Biancavilla e del circolo di San Placido e a nome dell'amministrazione comunale l'assessore Francesca Grigorio. Nel corso della celebrazione è avvenuta l'accensione della lampada che arde davanti l'urna reliquaria di San Placido con l'olio offerto dei Sindaci di Messina, Castel di Lucio e dai fedeli di Biancavilla. Prossimi appuntamenti martedi 4 agosto nella memoria del ritrovamento delle Reliquie, solenne Pontificale per il 1500° della nascita di San Placido nella Basilica Cattedrale di Messina. A presiedere la celebrazione Eucaristica S.E. Rev.ma Mons. Calogero La Piana, Arcivescovo Metropolita di Messina, Lipari e Santa Lucia del Mela. Parteciperanno le comunità ove il martire è venerato come patrono, e successivamente nelle singole città nei giorni a lui dedicato. Periodicamente una Reliquia di San Placido raggiungerà tutte quelle località ove vi è un riferimento al martire, oltre ai luoghi di sofferenza della città messinese. L'Anno Placidiano sempre nella città dello Stretto si concluderà nella chiesa San Giovanni di Malta con una solenne cerimonia di chiusura il 4 agosto 2016.

foto: Valeria Longo - domenica 22 marzo 2015

guarda la galleria fotografica del 22 marzo 2015

- visualizza e scarica la brochure in pdf

- visualizza e scarica il manifesto generale in pdf 

Il Decreto d'indizione del Giubileo Placidiano – giovedi 28 maggio 2015                     Il primo atto ufficiale è stato l'arrivo del decreto d'indizione, datato 28 maggio 2015, con cui nel documento inviato dalla Penitenzeria Apostolica viene spiegata la "motivazione" del Giubileo Straodinario e rende note eventuali norme particolari per ottenere l'indulgenza plenaria per il periodo dal 21 giugno al 21 novembre 2015.

- visualizza e scarica il pdf in latino     

- visualizza e scarica il pdf in italiano   

Il logo ufficiale del Giubileo Placidiano

Nel logo è stato rappresentato in primo piano il volto di San Placido con lo sguardo verso il cielo; il particolare è tratto dal sinulacro ligneo del XVIII secolo, opera delllo scultore biancavillese, il sacerdote Placido Portal e custodito nella cappella della Basilica Collegiata Santuario. "Con San Placido Martiri in ogni tempo" questo il motto che campeggia sul lato destro del logo mentre sul lato sinistro la scritta 1500° anniversario della sua nascita 515-2015. A realizzarlo è stato il giovane Piermanuele Sberni, che ha voluto utilizzare principalmente il colore rosso che richiama il martirio di San Placido e inoltre la forma circolare del logo richiama il motto ovvero come nel mondo, da qui la forma circolare, continua la scia dei martiri ancora oggi a distanza di secoli come San Placido che ha donato la sua vita per Cristo.

 

Cerimonia d'apertura - celebrazione Eucaristica - domenica 5 luglio 2015

Santa Messa vespertina della XIV Domenica del tempo ordinario celebrata il 5 luglio dal parroco che ha dato ufficialmente inizio al Giubileo Placidiano. A porgere i saluti introduttivi è stato Antonio Spedalieri, Presidente del Circolo San Placido i cui soci, in abito bianco, hanno curato la liturgia. A nome dell'Amministrazione comunale presente l'Assessore Giusi Mursia. Dopo l'omelia del can. Salerno, la liturgia Eucaristica, la benedizione, l'omaggio alla Madonna dell'Elemosina si è snodato un corteo con in testa i confrati dell'Arciconfraternita del Santissimo Sacramento, i soci del Circolo San Placido. Attraversando la navata centrale, immettendosi nella navata di sinistra, giunti dinanzi alla cappella di San Placido si sono spalancate le porte con l'ingresso dei fedeli che hanno potuto venerare le Reliquie, poste a destra, e il simulacro del Santo al centro. Recitate la litania, la preghiera e l'inno a San Placido; durante questi mesi ogni giorno i fedeli potranno venerarlo, mentre in contemporanea con l'apertura del Giubileo Placidiano a Biancavilla, i devoti messinesi si sono riuniti nella chiesa San Giovanni di Malta, come ogni 5 del mese in ricordo del martirio, in comunione di preghiera con l'adorazione Eucaristica attorno alla cassa Reliquiaria di San Placido, chiedendo al Signore, per intercessione del Santo Martire ogni bene per tutte quelle comunità che si onorano di venerare il grande discepolo di San Benedetto.  

foto: domenica 5 luglio 2015

- guarda la galleria fotografica di domenica 5 luglio 2015

- visualizza e scarica il manifesto pdf

Celebrazione Eucaristica Pontificale - sabato 11 luglio 2015

«Nulla anteporre all’amore di Cristo». Questo promemoria che San Benedetto ha posto nella sua Regola è stato il tema ripreso e svolto da Monsignor Salvatore Gristina, Arcivescovo Metropolita di Catania nel corso dell'omelia della Concelebrazione Eucaristica vespertina dell'11 luglio, XV Domenica del tempo ordinario. Il solenne Pontificale presieduto dal Pastore della chiesa catanese ricade nell'ambito delle celebrazioni Giubilari nel 1500° anniversario della nascita di San Placido. Ad introdurre con il suo discorso il Prev. Agrippino Salerno, il quale ha tracciato le linee storiche e devozionali di San Placido in modo particolare a Biancavilla, quale Patrono della città. Numerosi i fedeli radunati in chiesa Madre, religiose, rappresentanti delle varie aggregazioni laicali cittadine, quali la fraternità “Ecco tua Madre”, “Rinnovamento nello Spirito” e l'Associazione mariana “Maria SS. dell'Elemosina”. A curare la liturgia la Commissione parrocchiale, i soci del Circolo “San Placido” mentre ad animare con il canto i giovani della Corale Polifonica della Basilica. Presente una rappresenza della Confraternita “San Giuseppe” e della storica Arciconfraternita del Santissimo Sacramento mentre a nome dell'Amministrazione comunale l'Assessore Giusi Mursia. Monsignor Gristina, poi continuando nella sua omelia ha voluto sottolineare quando è stato importante la vita e l'insegnamento di San Benedetto, di cui stamani si è fatta memoria del patrono d'Europa. Tra i diversi suoi figli spirituali è stato anche San Placido in quale vivendo alla sua sequela ha vissuto e dato testimonianza dell'amore di Dio. Dopo la liturgia Eucaristica, l'omaggio alla Madonna dell'Elemosina e poi in corteo giunti nella cappella Placidina l'Arcivescovo ha impartito la benedizione con il braccio Reliquiario del Santo. Infine il Presidente del Circolo, Antonio Spedalieri ha donato a Mons. Gristina in ricordo un quadro con lo stemma in argento raffigurante l'abate Placido.

foto: sabato 11 luglio 2015

- saluto del Prev. Agrippino Salerno

- guarda la galleria fotografica di sabato 11 luglio 2015

Appuntamenti settimanali e di agosto 

La Cappella di San Placido è meta di fedeli che principalmente al termine delle Sante Messe sostano devotamente in preghiera dinanzi alle Reliquie del Patrono della città, esposte alla venerazione e per ottenere l'indulgenza plenaria giubilare. A tal proposito, ogni mercoledi, il Prevosto nella sua omelia sta approfondendo nella sua catechesi la tematica della penitenza per poter meglio comprendere il significato di questo importante Sacramento. Ogni giovedi si svolge l'adorazione Eucaristica dopo la Santa Messa vespertina con l'esposizione del Santissimo Sacramento. Anche una coppia di sposi, al termine della celebrazione del matrimonio ha ricevuto una particolare benedizione dinanzi al simulacro del Santo. Ad agosto tre saranno gli appuntamenti principali previsti: il 2 la visita del braccio Reliquiario nel Seminario estivo in contrada Vallone Rosso nella celebrazione Eucaristica delle 18; il  4 agosto alle 18 a Messina, nel giorno della solennità liturgica del ritrovamento delle Reliquie, nella Basilica Cattedrale si terrà una solenne Santa Messa presieduta dal Can. Mons. Gaetano Tripodo, Vicario Generale dell'Arcidiocesi di Messina, Lipari e Santa Lucia del Mela. Per l'occasione verrà esposta alla venerazione dei fedeli l'Urna Reliquiaria di S.Placido. Saranno presenti varie delegazioni di fedeli provenienti dai centri dove viene onorato San Placido, tra gli altri, anche alcuni biancavillesi; infine il 20 agosto a Castel di Lucio, in provincia di Messina, la comunità si appresta a festeggiare S.Placido, con Messe e una processione per le vie della città. In tutte le celebrazioni si potrà ottenere l'indulgenza plenaria secondo precise disposizioni da parte della Penitenzeria Apostolica Vaticana.   

foto: domenica 5 luglio 2015

Reliquie di S. Placido per la prima volta al Seminario estivo - domenica 2 agosto 15

Nel pomeriggio del 2 agosto, nell'anfiteatro del Piccolo Seminario estivo, in contrada Vallone Rosso, il Rettore, nonchè Prevosto della Collegiata, Don Agrippino Salerno ha celebrato la Santa Messa della XVIII domenica del Tempo Ordinario. Presenti numerosi fedeli, che hanno potuto venerare la Reliquia del braccio di San Placido che, per la prima volta, è stata esposta per coloro che in questo particolare periodo estivo soggiornano nei luoghi di villeggiatura alle vigne. L'iniziativa rientra nelle celebrazioni del Giubileo Straordinario in ricordo dei 1500 anni dalla nascita di San Placido. Ad animare la liturgia i giovani della corale, che sino al 5 agosto soggiornano nei locali del Piccolo Seminario per un campo estivo avente come tema La preghiera, il lavoro, la testimonianza nell'esempio datoci da San Placido”. Tra gli altri presenti anche alcuni soci del Circolo San Placido; al termine della Messa, prima di essere riportata la Reliquia in Chiesa Madre, i fedeli, grandi e piccini, hanno ricevuto una particolare benedizione del martire benedettino posta sul capo di tutti i presenti.

foto: domenica 2 agosto 2015

- guarda la galleria fotografica di domenica 2 agosto 2015

guarda il servizio televisivo di domenica 2 agosto 2015

Solennità del Ritrovamento delle Reliquie a Messina - martedi 4 agosto 2015

Una delegazione di biancavillesi, nel pomeriggio di martedi 4 agosto nella Basilica Cattedrale di Messina ha reso omaggio all’Urna Reliquiaria di San Placido, esposta per la venerazione dei fedeli in occasione dell’anniversario del ritrovamento delle Reliquie del Santo e dei Compagni martiri avvenuto a Messina, nella chiesa “San Giovanni di Malta” il 4 agosto del 1588, dopo lavori di restauro intrapresi dall'Ordine di Malta e dove tutt'ora vi si conservano. A presiedere la celebrazione Eucaristica è stato il Vicario Generale di Messina, Lipari e Santa Lucia del Mela, Mons. Gaetano Tripodo. Presenti numerosi fedeli giunti anche da altri centri, quali Castel di Lucio, dove San Placido è venerato come Protettore della cittadina messinese. Per Biancavilla, a nome dell’Amministrazione comunale, l’Assessore Giusi Mursia, alcuni componenti del Circolo San Placido e semplici cittadini, nonchè Autorità civili e militari. A porgere il saluti e ringraziare oltre i presenti il Comitato dei festeggiamenti giubilari, il Cappellano e Rettore della chiesa “San Giovanni di Malta” P. Angelo Oteri. L’Urna Reliquiaria di San Placido sarà a Biancavilla, con ogni probabilità e per la prima volta, il 6 ottobre in occasione delle festività patronali e nell’ambito delle iniziative per le celebrazioni del Giubileo per i 1.500 anni dalla nascita del Santo martire. Prossimo appuntamento per i devoti di San Placido, il 20 agosto a Castel di Lucio, dove una delegazione di biancavillesi parteciperà, come ormai da tradizione, alla processione del fercolo con le Reliquie e il simulacro dell'Abate benedettino.

foto: martedi 4 agosto 2015

- visualizza e scarica l'invito, il manifesto del triduo in pdf

- guarda la galleria fotografica di martedi 4 agosto 2015

Festeggiamenti in onore di S. Placido a Castel di Lucio - giovedi 20 agosto '15 

A Castel di Lucio, in provincia di Messina, oggi è stato festeggiato San Placido, Patrono e Protettore della città. Come ormai da tradizione, da oltre un decennio, una delegazione di biancavillesi ha partecipato all’annuale appuntamento nel nome del Santo Patrono delle due comunità. In modo particolare quest’anno la festa ricade nell’Anno Straordinario Giubilare in occasione dei 1500 anni dalla nascita del martire benedettino. I soci del Circolo San Placido, promotori dell’iniziativa, sono partiti in 37 con un pullman sin dalle prime luci dell’alba di giovedi 20 agosto diretti nel paesino del messinese. Qui hanno partecipato alla solenne celebrazione Eucaristica nella chiesa Madre dedicata alla Madonna delle Grazie, dove San Placido era posto sull'Altare maggiore in una scala adornata di fiori, luci e drappi. Dopo il pranzo, la delegazione ha preso parte insieme all’Assessore Giusi Mursia, presente a nome dell’Amministrazione comunale di Biancavilla, alla processione breve delle Reliquie e del simulacro di San Placido. Il fercolo, portato a spalla dai devoti, in modo particolare dagli immigrati castelluccesi residenti all’estero, ha attraversato la via principale della città e ha visto la partecipazione delle confraternite, il clero e le autorità civili e militari. Il corteo religioso giunto nella chiesa Santa Lucia, ha sostato dinanzi al sagrato dove è stata impartita la benedizione con la Reliquia. Infine nella piazza principale è stata effettuata la tradizionale “ballattella” con il fercolo che viene fatto danzare dinanzi al sagrato e il proseguo poi della processione sino a tarda serata.

foto: soci Circolo San Placido - giovedi 20 agosto 2015

- visualizza e scarica il manifesto in pdf

- guarda la galleria fotografica di giovedi 20 agosto 2015

- guarda il servizio televisvo di venerdi 21 agosto 2015

Ad un mese dalla Solennità patronale di San Placido – sabato 5 settembre 2015    

Ad un mese dalla Solennità del Patrono San Placido stamani, sabato 5 settembre, sono stati esplosi dieci colpi di cannone a salve per ricordare alla città la ricorrenza. In Basilica è stata celebrata una Santa Messa vespertina della XXIII Domenica del tempo ordinario presieduta dal parroco; a conclusione nella cappella di San Placido, come disposto dalla Penitenzeria Apostolica per ottenere l'indulgenza plenaria, è stata impartita la benedizione con il braccio Reliquiario del martire benedettino ai fedeli. 

 

 

 

 

San Placido in un video proiettato nei sodalizi della città - lunedi 14 settembre '15

Nell'ambito delle celebrazioni Giubilari in onore a San Placido nel pomeriggio di lunedi 14 settembre nei locali del circolo Agrario è stato proiettato un video sulla vita e la devozione del Patrono di Biancavilla. Ad essere coinvolti ogni pomeriggio sono i sodalizi del centro storico, secondo un preciso calendario. Martedi 15 il circolo Diana, il 16 l'Unione cacciatori e il 18 settembre la Federazione siciliana della caccia, mentre il circolo Castriota a data da destinarsi. Al termine della proiezione del video, realizzato da Filadelfio Grasso della durata di 30 minuti, a nome della Presidenza del Circolo San Placido è stata donata un immagine del Santo ai soci per l'ospitalità e successivamente collocata sulla parete.

foto: lunedi 14 settembre 2015

- guarda la galleria fotografica

Magie Barocche - "Gloria in excelsis Deo" - lunedi 21 settembre 2015

Il direttore artistico e musicologo Antonio Marcellino e il Prevosto Agrippino Salerno hanno introdotto, lunedi 21 settembre, una delle serate musicali che rientrano nel programma del 5° Festival Internazionale del Val di Noto “Magie Barocche”. Il cartellone diventato annuale si è allargato fino ad abbracciare 12 Comuni UNESCO del Val di Noto e del Monte Etna, tra cui Biancavilla, con un programma di 18 concerti. E la navata centrale della Basilica ha accolto numerosi appassionati della musica che hanno potuto ascoltare "Gloria in excelsis Deo", questo il titolo della serata, con i particolari timbri dei due controtenori Alessandro Carmignani e Raffaele Pe con musiche di Marc-Antoine Charpentier («Preludio» dal Te Deum), Antonio Vivaldi (Gloria) e Georg Friedrich Händel («Halleluiah» dal Messiah) e l'esecuzione del Coro e Orchestra del Festival Internazionale del Val di Noto “Magie Barocche” diretti da Claudia Patané. Un omaggio musicale al Santo Patrono Placido in occasione dei 1500 anni della nascita; scattata poi una foto di gruppo ricordo nella cappella al termine del concerto.

foto: lunedi 21 settembre 2015

- guarda la galleria fotografica

Festa del Patrocinio - mercoledi 23 settembre 2015 

È stata celebrata una Santa Messa vespertina dal Prevosto Parroco Agrippino Salerno nel 306°anniversario del Patrocinio di San Placido e quest'anno in modo particolare nelle celebrazioni Giubilari. Al termine dell'omelia è avvenuto il rito di vestizione di Dino Russo, il quale è entrato a far parte dell'Associazione dei fedeli del Circolo San Placido. Dopo la comunione, è stata portata in processione solennemente la Reliquia del Santo, che ha percorso le navate della Basilica, per giungere poi nella Cappella dove è stata impartita la benedizione conclusiva. 

 

 

foto: mercoledi 23 settembre 2015

- guarda la galleria fotografica

Triduo di preparazione in chiesa, proiettato video e aperto un concorso grafico su San Placido a scuola - lunedi 28 settembre 2015     

Con la celebrazione Eucaristica vespertina presieduta da don Agrippino Salerno di lunedi 28 settembre è iniziato il triduo di praparazione alle festività patronali. In particolare in questi giorni saranno dettate riflessioni sulla vita di San Placido nel ricordo dei 1500 anni dalla sua nascita; ogni sera poi al termine della Messa, in processione i fedeli giunti dinanzi all'altare del Santo nella Cappella ricevono la benedizione con la Reliquia del braccio. Stamani una rappresentanza dei soci del Circolo San Placido si è recata all'Istituto Comprensivo "Antonio Bruno", nella scuola secondaria di I grado "Luigi Sturzo" e nel I Circolo didattico plesso "San Giovanni Bosco" dove agli alunni è stato proiettato un video sulla vita, il culto e la devozione al Santo Patrono. Inoltre è stato aperto il bando di concorso grafico artistico diviso in due sezioni, rivolto sia alle classi quinte della scuola primaria e sia alle terze classi della scuola secondaria di 1° grado, dal titolo "La Festa di San Placido a Biancavilla". Il termine ultimo di presentazione degli elaborati, con un massimo di tre, è stato stabilito entro il 31 ottobre, mentre la premiazione avverrà il 21 novembre a conclusione dell'Anno Giubilare.    

foto: Placido Lavenia - lunedi 28 settembre 2015

Giornata devozione cittadina e sensibilizzazione alla carità - giovedi 1 ottobre '15 

I colpi di cannone e lo scampanio dei Sacri bronzi hanno annunciato, giovedi 1 ottobre, l’inizio della giornata dedicata alla devozione cittadina ai Santi Patroni e alla sensibilizzazione alla carità. Alle 8:30 è stata officiata la prima celebrazione Eucaristica dal parroco; a seguire la visita di alcuni piccoli scolaretti,  accompagnati dai loro insegnanti, a cui sono stati illustrati alcune riflessioni sui Santi Patroni. A causa della pioggia, caduta copiosa oltre mezzogiorno, è stato rinviato l’omaggio floreale all’edicola votiva di San Placido, posta sul prospetto della Basilica. Nel pomeriggio, poi sospeso il corteo processionale con le Reliquie lungo via Vittorio Emanuele, ed effettuato solo all’interno tra le navate della chiesa, che ha visto la partecipazione dei soci dei sodalizi e dei circoli cittadini, dell’Arciconfraternita del Santissimo Sacramento, del Circolo San Placido, dell’Associazione “Maria SS. dell’Elemosina”. Tutti raccogliendo l’invito del parroco hanno donato beni di prima necessità da destinare alla Caritas parrocchiale. Presente anche l’Assessore comunale Giusi Mursia che, a nome dell’Amministrazione, ha donato un omaggio floreale. A destra del transetto, collocate in un “tronetto” le Sacre Reliquie di San Placido e San Zenone. Nell’omelia il Prevosto parroco ha voluto sottolineare che - la processione deve essere il segno esterno del nostro cammino verso Cristo; per questo motivo si vuole il coinvolgimento delle varie realtà cittadine. Tutto ciò è possibile grazie all'ascolto della Parola di Dio; prendere come modello e seguire i Santi, non deve essere una gara, ma deve essere una ricchezza spirituale. Il segno di devozione visibile, rappresentato prima dall'offerta della cera, oggi è stato sostituito da voler raccogliere  viveri da destinare ai bisognevoli. Anche il Direttorio pastorale, ci invita a compiere, principalmente durante le festività, gesti di carità e ed opere di Misericordia. Commentando il Vangelo odierno sulla missione, ha invitato ad impegnarsi a portare la Buona novella, imitando i Santi e le aggregazioni sociali di laici devono tutti aspirare ai carismi più alti, con preghiera e fare silenzio. Dopo la liturgia Eucaristica con la comunione ai fedeli, è stata impartita la benedizione finale, l’omaggio alla Madonna dell’Elemosina e dei fedeli nella cappella di San Placido con l’esecuzione dell’inno. Nella cappella poi è stata allestita una mostra “Imago Sancti Placidi”, con la riproduzione di immagini Sacre del Patrono di Biancavilla tra il XX e XXI secolo, a cura di Antonio Alessandro Marino Zappalà. La mostra è possibile visitarla tutti i giorni sino al 21 novembre a conclusione delle celebrazioni Giubilari, negli orari di apertura della chiesa. 

foto: giovedi 1 ottobre 2015

- guarda la galleria fotografica

Omaggio floreale degli alunni all'edicola di San Placido - venerdi 2 ottobre 2015

Sono stati gli alunni delle scuole cittadine a rendere omaggio, venerdi 2 ottobre, ai Santi Patroni. E la chiesa Madre ha accolto al suo interno una nutrita rappresentanza di scolaretti accompagnati da insegnanti e da alcuni genitori. È stata l'occasione anche per spiegare le origini legati al culto e alla devozione alla Madonna dell'Elemosina, San Placido e San Zenone grazie alla spiegazione dei soci del Circolo San Placido e dell'Associazione “Maria SS. dell'Elemosina”. A mezzogiorno, poi si è snodato un corteo per l'omaggio floreale all'edicola votiva di San Placido, posta sul prospetto della Basilica che sussiste in piazza Roma, rinviato ad oggi a causa della pioggia. Presenti il Presidente del Circolo San Placido, Antonino Spedalieri, il Prevosto parroco Agrippino Salerno e ad impreziosire il momento con l'esecuzione degli inni al Santo Patrono, il piccolo coro “San Giovanni Bosco” del I Circolo Didattico diretto da Graziella Neri. 

foto: venerdi 2 ottobre 2015

Visita della Reliquia nei luoghi della sofferenza - sabato 3 ottobre 2015

Continuano le iniziative e le celebrazioni del Giubileo Placidiano nel ricordo dei 1500 anni della nascita del Patrono di Biancavilla, stamani, sabato 3 ottobre, il braccio Reliquiario ha visitato i luoghi della sofferenza, ovvero i reparti dell'ospedale “Maria Addolorata” con la venerazione da parte dei degenti del nosocomio, nonchè gli assistiti dell'Opera Cenacolo “Cristo re” e della Casa di riposo di Croce al Vallone. Ad accompagnare la Reliquia tra i malati e i sofferenti, una delegazione di soci del Circolo “San Placido” e il Parroco Don Salerno.

Foto: Placido Lavenia - sabato 3 ottobre 2015

 

Dedicata a San Placido una nuova edicola votiva - sabato 3 ottobre 2015

Nel pomeriggio di sabato 3 ottobre in via Santa Teresa è stata benedetta e svelata un'edicola votiva dedicata a San Placido. È stato un momento semplice, ma denso di significato. Posta sul prospetto di un'abitazione, nei pressi dell'Opera Cenacolo “Cristo re” ha visto dapprima un breve momento di preghiera alla presenza dei residenti del quartiere. Ad animare con l'esecuzione dell'inno a San Placido, gli ospiti e il personale del Cenacolo. Dopo una breve catechesi dettata da parte del Prevosto parroco, don Agrippino Salerno è stata benedetta e scoperta una nuova edicola a San Placido. L'opera presenta una struttura in polistilene del maestro d'arte, Placido Lavenia, al cui interno presenta l'immagine del Santo su ceramica del maestro Agrippino Infantino di Mineo. A concludere questo momento l'accensione di due fiaccole e un piccolo rinfresco per tutti i presenti, nel segno dell'unità e della condisione. L'iniziativa rientra nell'ambito delle celebrazioni patronali, volute dal circolo “San Placido” al fine di riscoprire antiche tradizioni perdute nel tempo con il ripristino degli altarini devozionali.

Foto: sabato 3 ottobre 2015

Solennità Patronale Giubilare di San Placido - lunedi 5 ottobre 2015 

Dopo l'omaggio del popolo a San Zenone, alla Madonna dell'Elemosina, lunedi 5 ottobre è la solennità patronale di San Placido a Biancavilla. Due le celebrazioni mattutine, in particolare alle 10:30 ha visto l'intronizzazione mediante l'argano del simulacro del Santo sull'Altare maggiore; mentre sul transetto presente il braccio Reliquiario. A presiedere la celebrazione Eucaristica il Prevosto parroco e concelebrata da don Placido Chisari, don Carmelo Tomasello e dal francese donCharles Troesch. Il servizio liturgico è stato curato dai soci del Circolo San Placido, mentre i canti sono stati eseguiti dalla corale della Basilica, con la partecipazione del soprano, il maestro Piera Bivona, al violino il maestro Giorgia Reitano e all'organo il maestro Filadelfio Grasso. Nella sua omelia il Prevosto ha voluto sottolineare l'importanza della preghiera per la famiglia, e come la chiesa rispetta tutti gli uomini e come sia importante non distruggere la natura. San Placido ebbe una famiglia Santa; in particolare i Santi ci richiamano alla forza dello Spirito Santo e quindi verso Dio. Oltre la famiglia è importante l'educazione e il martirio nelle diverse forme, e infine la Reliquia rappresenta la presenza fisica. Il senso delle feste è rapppresentato dall'importanza di incontrarci con un Santo, testimone di ciò che dobbiamo diventare. E poi ha ribadito le 3 regole Opus Dei, Opera di Dio rappresentata dalla preghiera; l' obbedienza a Dio e infine la propria capacità di vincere noi stessi e di essere ottimisti. Dopo la liturgia Eucaristica è stata impartita la benedizione con la Reliquia, la discesa del simulacro dall'Altare maggiore e attraversando la navata centrale la collocazione sul fercolo. Uno splendido sole autunnale ha riscaldato la città, intorno a mezzogiorno il fercolo, con il simulacro ha compiuto l'ingresso sul sagrato della Chiesa Madre, nello scampanio dei Sacri Bronzi e dello spettacolo pirotecnico. Poi il Sindaco Giuseppe Glorioso ha consegnato simbolicamente le chiavi della città, siccessivamente una rappresentanza di cittadini biancavillesi residenti a Gap, in Francia, come ormai da consuetudine, ha donato una palma simbolo del martirio che è stata posta ai piedi del simulacro. Prima dell'avvio della processione, in piazza Collegiata il Prevosto ha collocato nella cassa Reliquiaria il braccio. Il corteo religioso ha percorso le vie Vittorio Emanuele, Umberto, piazza Annunziata, Scutari, piazza Cavour e nuovamente via Vittorio Emanuele sino a giugere a Villa delle Favare, per poi fare rientro in Basilica. In testa al corteo religioso i membri dell'Arciconfraternita del Santissimo Sacramento, i soci del Circolo di fedeli "San Placido" che hanno animato con preghiere e canti. Alla processione presenti anche le autorità militari e civili. Quest'anno la festa patronale ricade nell'Anno straordinario Giubilare che ricorda i 1500 anni della nascita di San Placido. La Celebrazione vespertina ha concluso le funzioni religiose odierne legate al Santo Patrono.

Foto: lunedi 5 ottobre 2015

 guarda la video notizia

Vita, culto e tradizione di S.Placido a Biancavilla in un libro - lunedi 5 ottobre 2015 

È stata la cappella di San Placido ad accogliere la presentazione del volume di Filadelfio Grasso “San Placido a Biancavilla, la vita il culto la tradizione". A porgere i saluti a nome del Circolo San Placido, il Presidente Antonino Spedalieri, che ha introdotto il lavoro svolto dell'autore nelle sue ricerche. Filadelfio Grasso ha illustrato la sua opera, divisa in capitoli, dove sono stati illustrati i passi salienti dellavita del Santo martire benedettino, il suo culto nella chiesa universale e a Biancavilla, le tradizioni ad esso legate e anche una raccolta di preghiere popolari e liturgiche, nonchè la Messa propria di San Placido. E poi ha voluto ribadire quando sia importante far conscere molto di più e nel dettaglio il Santo Patrono. Ringraziat poi sono stati rivolti sia a don Agrippino Salerno, che ha detta dello stesso autore è stato colui che ha dato l'imput affinchè venisse partorita l'idea e del Presidente Spedalieri. Infine a concludere il momento culturale, don Agrippino Salerno che ha curato la presentazione del volume e oltre i ringraziamenti, ha sottolineato quando è stata importante la devozione ai Santi Patroni, svolta dapprima svolta dall'Arciconfraternita del Santissimo Sacramento e in epoca recente per la Madonna, da parte dell'Associazione mariana, del Circolo a San Placido, mentre auspica la formazione di un nuovo gruppo per San Zenone. Infine ha annuciato che nel corso della celebrazione Eucaristica pontificale del 6 ottobre l'Arcivescovo Metropolita di Catania, Mons. Salvatore Gristina consegnerà il Rito della Messa propria di San Placido ai parroci della città convenuti.

Foto: lunedi 5 ottobre 2015

Visita per la prima volta del corpo Reliquiario di S.Placido a Biancavilla - martedi 6 ottobre 2015 

È giunta per la prima volta nella storia, martedi 6 ottobre, a Biancavilla l’urna Reliquiaria con il corpo di San Placido proveniente da Messina, e precisamente dalla chiesa “San Giovanni di Malta”. Ad accoglierla nella chiesa “San Francesco” è stata la fraternità francescana del convento dei frati minori. Dopo un breve momento di preghiera si è snodata una processione, che ha percorso la via principale della città per giungere sino nella Basilica Collegiata “Santa Maria dell’Elemosina”. Qui il Prevosto, Can. Agrippino Salerno ha ringraziato tutti coloro che si sono impegnati alla riuscita dell’evento storico e ha invitato tutti alla preghiera e alla celebrazione Eucaristica serale presieduta dall’Arcivescovo Metropolita di Catania, Monsignor Salvatore Gristina. Presenti i soci del circolo “San Placido” e l’Assessore Francesca Grigorio a nome dell’Amministrazione Comunale, nonché numerosi fedeli sia lungo il percorso che in chiesa. Ad animare l’arrivo dell’urna in chiesa Madre sono stati i bambini del piccolo coro “San Giovanni Bosco” del I Circolo Didattico. In mattinata giunti con un pullman da Messina i membri del comitato dell'Anno Placidiano, accompagnati dal rettore della chiesa che custodisce la pregievole teca, Mons. Angelo Oteri. A dare il benvenuto è stato il parroco; in seguito la comitiva ha potuto visitare e ammirare le opere del patrimonio artistico custodito in Basilica e non solo, percorrendo le vie cittadine, anche le chiese Anime del Purtatorio, Annunziata e dopo il pranzo, la chiesa e il convento San Francesco. Soddisfatti per l'accoglienza dimostrata hanno partecipato, insieme ad altre delegazioni con le rispettive autorità civili e religiose, tra gli altri, dai centri di Castel di Lucio (Messina) e addirittura da Gap in Francia, al solenne pontificale serale.

Foto: martedi 6 ottobre 2015

 guarda la video notizia

Processione storica del corpo Reliquiario di S.Placido -martedi 6 ottobre 2015 

La comunità dei fedeli si è raccolta in preghiera in Basilica, martedi 6 ottobre, dove è stato officiato il solenne pontificale presieduto dall’Arcivescovo metropolita di Catania, Monsignor Salvatore Gristina e concelebrato dal clero locale e proveniente da Paternò, Messina, Castel di Lucio e da Gap in Francia. Eseguita la Messa “Esulta o Chiesa” per assemblea, coro a tre voci miste, organo e orchestra diretti dall'autore, il maestro Filadelfio Grasso. I maestri all'organo, Vincenzo Benina, alla tromba Emanuele Bellocchi e al violino Giovanni Cucuccio. Per l'occasione nel transetto sono stati collocati sia il braccio che la teca argentea con il corpo di San Placido. Un discorso di benvenuto è stato proferito del parroco; a seguire la liturgia dela Parola e l'omelia di Mons. Gristina. Dopo la professione di fede con la recita del Clero, la liturgia Eucaristica e la benedizione conclusiva ai numerosi fedeli, che hanno potuto ottenere l'indulgenza plenaria giubilare secondo le precise disposizioni. Al termine il simulacro del Santo Patrono, dall'Altare maggiore è stato collocato sul fercolo per l'avvio della processione dopo aver percorso la navata centrale. Non prima che l'urna contente il corpo Reliquiario di San Placido, voluta in occasione delle celebrazioni giubilari, abbia attraversato la navata centrale e fatto ingresso sul sagrato e precede la processione. Numerosi i fedeli che hanno atteso ed accompagnato in corteo lungo le vie del centro storico per il tradizionale "Giro dei Santi". Presenti una rappresentanza delle confraternite cittadine con i rispettivi stendardi, il clero con il Prevosto parroco don Agrippino Salerno con il braccio Reliquiario, l'urna con il corpo del Santo Patrono portato in processione dai soci del circolo “S.Placido” e dai membri del comitato per l'Anno Placidiano, accompagnati dal rettore della chiesa “S.Giovanni di Malta” di Messina, Mons. Angelo Oteri. Dietro il fercolo con il simulacro, le autorità militari e civili, tra cui, il Sindaco Giuseppe Glorioso, nonché, Fedele Nicolosi, rappresentante della giunta comunale di Castel di Lucio, dove San Placido è venerato come Patrono. Un bagno di folla ha assiepato il centro storico; in piazza Collegiata poi disposti sia il fercolo che l'urna. Prima del rientro in chiesa, i tradizionali fuochi pirotecnici. Dopo impartita la benedizione con il braccio Reliquiario; e ricollocato il simulacro nella cappella tra i canti e l'esultanza dei fedeli. Le celebrazioni giubilari in onore a S. Placido, in ricordo dei 1500 anni della nascita, iniziati lo scorso 21 giugno continuano sino al 21 novembre con diverse iniziative in programma.

Foto: martedi 6 ottobre 2015

 guarda la video notizia

Cerimonia di congedo del corpo Reliquiario di S.Placido - mercoledi 7 ottobre '15

È tornata a Messina, mercoledi 7 ottobre, l'urna Reliquiaria contente il corpo di S.Placido, che da ieri per la prima volta si trovava in visita a Biancavilla. La cerimonia di congedo è avvenuta al termine della celebrazione Eucaristica vespertina officiata dal Prevosto Parroco don Agrippino Salerno. Nel corso della giornata, numerosi i fedeli che hanno potuto venerare e rivolgere al Santo preghiere e suppliche, dinanzi alla teca custodita nella cappella della Basilica e poi collocata nel transetto. Dopo la benedizione conclusiva, attraversando la navata centrale, dal sagrato tramite una pedana collocata in questi giorni di festa nella scalea monumentale, è giunta in piazza Collegiata. Qui è stata poi sistemata all'interno di un furgone e accompagnato dal parroco insieme ai soci del circolo “San Placido” sino a Merssina, dove sono stati accolti nella chiesa “San Giovanni di Malta “ per la consegna. 

Foto: mercoledi 7 ottobre 2015

Infra octavam della solennità patronale di San Placido - domenica 11 ottobre '15 

Nell'infra octavam della solennità patronale di San Placido, domenica 11 ottobre, al termine della celebrazione Eucaristica serale, che ha visto anche la partecipazione di una coppia di sposi che hanno festeggiato i 25 anni di unione coniugale, il parroco ha portato solennemente il braccio Reliquiario del Santo lungo la navata centrale della Basilica. Il corteo religioso, con in testa i soci del Circolo in abito bianco, percorrendo la navata di sinistra, giunti poi all'interno della cappella del Santo Patrono è stata impartita sui presenti la benedizione con la Reliquia.  

Foto: domenica 11 ottobre 2015

 

Celebrazione nella chiesa del monastero "S.Chiara" - marterdi 13 ottobre '15 

Dopo le celebrazioni patronali, martedi 13 ottobre, i fedeli si sono radunati in preghiera nella chiesa del monastero Santa Chiara. In questo luogo denso di spiritualità, di silenzio e di preghiera è stata presieduta una Santa Messa dal parroco don Agrippino Salerno e concelebrata da fra Arcangelo Sciurba OFM. L'Eucaristica rientra nel programma del Giubileo Placidiano, per l'occasione infatti è stata portata in chiesa la Reliquia di San Placido, per essere venerata in modo particolare dalle monache. Al termine della celebrazione le clarisse insieme ai fedeli sono stati ammessi anche al bacio, e infine è stata impartita su tutti la benedizione con il braccio Reliquiario. Ringraziando per l'ospitalità, alle clarisse sono state donate delle copie dell'ultimo libro di Filadelfio Grasso sulla vita, il culto e la tradizione di San Placido a Biancavilla, il Rito della Messa di San Placido, Patrono e Protettore di Biancavilla tratto dal Comune dei Martiri e dei Confessori e un quadretto con il logo del Giubileo Placidiano. Il Prevosto poi ha ricordato quando da bambino serviva la Messa ogni domenica in questa chiesa, sebbene adesso rinnovata; infine questo Giubileo – concludendo - ci aiuti a prepararci a quello della Misericordia. 

Foto: martedi 13 ottobre 2015

 

 

 

 

 

 

Registrati e/o ffettua il login per inviare il tuo commento

Calendario attività

Non ci sono eventi al momento.

 

 

NOTA! Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Cliccando su agree o scorrendo questa pagina e/o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information